sabato 31 gennaio 2009

Stupro

Stupro Guidonia: due ai domiciliari. Accusati di favoreggiamento, ospitati da parenti al Nord

Roma, 31 Gennaio
- I 2 romeni accusati di aver favorito la latitanza dei 4 connazionali accusati dello stupro avvenuto a Guidonia, hanno ottenuto i domiciliari. Sono, in casa di alcuni parenti in nord Italia. Dopo l'udienza di convalida di due giorni fa il gip di Tivoli ha disposto ieri gli arresti domiciliari per i due romeni perche' 'sono incensurati e hanno a disposizione gli alloggi dove poter applicare le ordinanze di custodia emesse in sede di convalida il 29 gennaio'.

2 commenti:

Nessie ha detto...

Perfetto, avanti così e crescerà la giustizia fai-da-te, visto che non esiste più quella vera. E come se non bastasse, Rita Bernardini dei Radicali, va in galera a portare la sua solidarietà agli stupratori romeni, perchè malmenati. Ma i "rosaripugnanti" non erano quelli dalla parte del femminismo e delle donne stuprate? Hanno deciso di passare dalla parte degli stupratori?

Eleonora ha detto...

E proprio ieri qualcuno ha detto che abbiamo una giustizia da terzo mondo. Dico io, vero, scagioniamo i colpevoli e colpevolizziamo le vittime. Si, ho postato l'articolo sui radicali. Ci mancavano solo loro a piagnucolare a favore di quelle bestie. Li hanno malmenati? Ma l'avessero ammazzati.