mercoledì 10 luglio 2013

Politically correctness demokrat

L'ideologia politicamente corretta. Criticare le nozze omosessuali può diventare un reato. Presto alla Camera la proposta Pd anti-omofobia. Che chiede condanne fino a un anno anche per le opinioni

Galera per gli omofobi. Compresi tutti coloro che si oppongono al matrimonio fra gay e, soprattutto, all’adozione di bambini da parte di coppie omosessuali. È scattata la manovra a tenaglia. La prima tappa è approvare il disegno di legge del Pd di Ivan Scalfarotto, per il contrasto all’omofobia e alla transfobia. La seconda è il riconoscimento giuridico delle unioni di fatto, anche omosessuali, senza trovare più ostacoli, quando sarà più difficile criticare l’omosessualismo rischiando la prigione o almeno un’ammenda.

Identità sessuale - In sostanza, con la proposta del parlamentare del Pd, calendarizzata per il 22 luglio alla Camera dei Deputati, si punta a introdurre la pena della detenzione da sei mesi a un anno non solo per chi incita a commettere o commette atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi, ma anche per chi lo fa motivato dall’identità sessuale della vittima. Come se non bastasse, il testo prevede anche la pena accessoria dell’obbligo di prestare un’attività non retribuita in favore delle associazioni di tutela degli omosessuali, bisessuali, transessuali o transgender. Certo, chi ritiene che le famiglie siano formate da un uomo e una donna o chi pretende che i bambini abbiano una mamma e un papà, ordinariamente, non compie spedizioni punitive nei circoli dell’Arcilesbica. Ma, in fondo, è lo stesso. Non è l’opinione isolata di qualche esponente del centrosinistra o Lgbt (che sta per lesbica, gay, bisessuale e transgender). Lo dice autorevolmente  l’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali, organismo governativo dipendente dal ministero delle Pari opportunità e pertanto dalla presidenza del Consiglio dei ministri. «Tra le varie criticità, va evidenziata», spiega la Strategia nazionale per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere (2013-2015), «la discriminazione che deriva dal mancato riconoscimento dei diritti delle coppie di fatto o del matrimonio tra persone dello stesso sesso in Italia, che può produrre disparità “automatiche” di trattamento». È un documento del 30 aprile scorso, che in oltre 50 pagine indica con precisione i bersagli. Primo fra tutti, il controllo delle opinioni e delle dichiarazioni dei cittadini. Gli strumenti sono i più vari e vanno dall’introduzione di corsi di formazione scolastici per docenti, studenti, personale e amministrativo e perfino per i bidelli, svolti da associazioni Lgbt accreditate dal ministero dell’Istruzione, fino a campagne gay-friendly nelle aziende, dove si progetta di istituire a livello di alta dirigenza il ruolo di mentore Lgbt. Lo stesso indottrinamento dovrebbe svolgersi, secondo le raccomandazioni dell’Unar, fra le forze di polizia, la magistratura e i servizi sociosanitari e ospedalieri. Tutto l’impianto e il suo schema ideologico trovano una loro giustificazione, a posteriori. Quando la legge Scalfarotto dovesse entrare in vigore, andrà applicata e si dovranno avviare indagini. A quel punto servirà una psicopolizia che vada a scandagliare le motivazioni del crimine d’odio e non manchi mai di considerare l’omosessuale come la vittima di un reato con un’aggravante specifica. Ebbe già a dirlo il presidente del Senato, Pietro Grasso: «Gli omofobi sono cittadini meno uguali degli altri». Come chi era etichettato “fascista” negli anni Settanta e chi è bollato come “contro-rivoluzionario” in Cina.

LA NEOLINGUA - Allo scopo, l’Unar introduce anche una neolingua. Per esempio, «eterosessismo» è una categoria pericolosamente vicina al reato inventato da Scalfarotto perché configura una «visione del mondo che considera come naturale solo l’eterosessualità» e «rifiuta e stigmatizza ogni forma di comportamento, identità e relazione non eterosessuale. Si manifesta sia a livello individuale sia a livello culturale, influenzando i costumi e le istituzioni sociali, ed è la causa principale dell’omofobia». Quindi l’eterosessista sarà represso, magari come mandante morale. Nel nome della lotta alla libertà d’opinione, sarà vietato anche desiderare che il proprio figlio non si accompagni con dei transessuali o con dei froci (parola tabù, a meno che non la utilizzi un filosofo come Gianni Vattimo). E la proibizione si estenderà a chi vorrà manifestare pubblicamente il proprio pensiero sulle pratiche omosessuali. Così, rischia di finire fuorilegge perfino il Catechismo della Chiesa cattolica dove afferma che gli atti omosessuali «sono contrari alla legge naturale. Precludono all’atto sessuale il dono della vita. Non sono il frutto di una vera complementarità affettiva e sessuale. In nessun caso possono essere approvati». Davanti all’avanzata del progresso, i reazionari sono pregati di accomodarsi ai margini della società civile. Preferibilmente dietro le sbarre.

di Andrea Morigi

2 commenti:

Huxley ha detto...

Mi viene in mente una battuta del film Arancia Meccanica, dove il ministro aveva in progetto di far uscire dalla galera i criminali comuni per farci entrare i dissidenti politici. Ci siamo, la finzione diventa realtà.

Alexandros Omirou ha detto...

Saluto del greco verso il popolo italiano

Atene 19/12/2016



Cari amici e vicini di casa, signore e italiani italiani, salutiamo e Congratulazioni per la Sua recente azione democratica con il processo di referendum e per la resistenza contro le proposte del governo di Matteo Renzi per le modifiche alla Costituzione che ridurranno ancora di più l'equilibrio democratico del tuo sistema.



Naturalmente, come il Polity / Stato del nostro paese (Grecia), i paesi più occidentali, se stiamo parlando

di in Italia, sia in Francia, Inghilterra, Spagna, Stati Uniti e gli altri, non sono vere democrazie, ma i regimi

oligarchici con alcune caratteristiche democratiche.



Nella vera Democrazia dei Cittadini Sono Lo Stato. Cio significa Che i Governi servonoi Cittadini, Che Sono

i legittimi proprietari dello Stato.

Ciò significa che i governi servono i cittadini, che sono i legittimi proprietari dello Stato.



Per essere in grado di fare riferimento a una qualche forma di democrazia moderna vero dovremmo

applicare i seguenti principi fondamentali: 1) distinguere i 3 poteri dello Stato (legislativo, esecutivo,

giudiziario), 2) Il coinvolgimento dei cittadini coscritti su tutti e 3 i poteri.

Cioè i cittadini decideranno sulla legislazione o depositeranno le proprie proposte legislative, i cittadini

avrebbero il controllo dei governi (in linea di massima tramite un parlamento dei coscritti cittadini), ei cittadini

(insieme coscritti giudici), giudicheranno i politici di tutti gli atti politici illegali.



Sapete qualsiasi paese in cui sono attive le condizioni di cui sopra?



Stiamo assistendo a un bivio storico. Da un lato, ci sono i globalisti oligarchici (banchieri, politici, azionisti di

società multinazionali, industriali, finanzieri, ecc), che stanno cercando di noi tornare a regimi autocratici

medievali e duri e per le altre persone laterali mostrano forti segni di resistenza e sensibilità democratica,

come i greci con il referendum nel 2015, gli inglesi con il referendum del 'Brexit', i cittadini degli Stati Uniti che

hanno eletto D. Trump e ora gli italiani con il recente referendum.



Certamente questo non è un facile bersaglio per l'umanità come l'élite economica sarà giocare le loro carte

'' il tutto per tutto il testo pre per realizzare il loro obiettivo. Già facendo ... hanno legare i paesi con i debiti fittizi,

con la disoccupazione e cercando di afferrare la ricchezza pubblica per caricare i paesi con clandestini ...

anche in guerra, sono in grado di coinvolgerci. Hanno fatto di nuovo (1 ° - 2 guerra mondiale).



Ma abbiamo la possibilità. Forse la nostra ultima possibilità di raggiungere la libertà, la pace, la prosperità, la

sicurezza, attraverso una vera democrazia.



Abbiamo i greci, come gli italiani, dispone di una grande e interattivo la storia e stiamo condividendo per

migliaia di anni lo stesso mare, godendo le stesse merci che le olive, olio d'oliva, uva, formaggi, torte, pesce ...

Siamo ballare e cantare sotto il sole o le stelle ...

Quali italiano - donna o uomo - non gode di gustare un pasto con il vino e frutti di mare vicino ad una bella e

panoramica spiaggia? Quali italiano o greco non è sognare di fronte al mare al tramonto o quando si naviga in

acque calme del Mediterraneo al chiaro di luna?



Una volta che entrambi abbiamo guidato l'umanità offrendo cultura ... Noi crediamo che sia il momento di farlo

di nuovo ...!



Inoltra per una rivoluzione politica europea a favore della vera democrazia!



Inoltra per i cittadini europei!



PS - Diamo il benvenuto enormemente il corrispondente Movimento Italiano della vera democrazia.




< Greco Umanitario Vero Democrazia movimento >

www,unitedgreeknation,blogspot,gr