lunedì 22 ottobre 2012

Fornero avvilita... poverina

Fornero, meglio tacere e dare l'impressione d'essere scema, piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio... e per parlare, visto che lei è italiana, vive e parla agli italiani, meglio usare la lingua italiana senza arricchire i discorsi con idioti, inutili ed inopportuni vocaboli in inglese. Fuck you!

Il ministro Fornero contestata lascia incontro a Torino: «Sono avvilita». Il ministro del Welfare a Assolombarda: «Se la Cgil mi invita vengo in piazza». E sui giovani: «non siano schizzinosi»

Giornata di contestazioni per il ministro del Lavoro Elsa Fornero. Prima al centro anziani Nicola Grosa di Nichelino di Torino, il ministro ha abbandonato la sala. Non appena Fornero ha dichiarato la sua volontà di lasciare l'incontro si è però scatenata in sala una bagarre tra contestatori e coloro che invece volevano seguire l'intervento del ministro. C'era chi urlava «vi state comportando in maniera indegna», mentre alcuni attivisti di Rifondazione comunista e dei Cobas continuavano a disturbare con cori e fischi. Fornero che si è detto «avvilita» ha lasciato la sala. 

«SE MI INVITANO IN PIAZZA VENGO ANCHE IO» - Ma non è finita. In giornata Fornero, a a margine di un convegno all'Assolombarda aveva risposto a una domanda sulla manifestazione annunciata dalla Cgil per il prossimo 14 novembre aveva detto: «Se mi invitano, in piazza ci vengo anch'io». «Sono convinta - spiega il ministro - che la collaborazione ci debba essere sempre, anche con i sindacati. C'è chi è più propenso al dialogo e chi meno, ma le porte al mio Ministero restano sempre aperte, anche per quelli che protestano, purché arrivino in delegazione e non tutti insieme». Una proposta cui la Cgil ha risposto a muso duro contestando la legge di stabilità varata dal governo. «Non si tratta di essere d'accordo con qualcuno, da sempre le nostre richieste sono chiare: non vanno bene i tagli né alla scuola, né alla sanità, né alle amministrazioni locali» ha ribadito il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, rispondendo a chi le chiede se sia d'accordo con le critiche espresse anche dal segretario Pd, Pier Luigi Bersani. Camusso ha poi aggiunto anche che l'aumento dell'Iva «colpisce le fasce più povere» e che, invece, «serve una riduzione vera del carico fiscale sui lavoratori: bisogna detassare le tredicesime».

GIOVANI - Fornero ha parlato poi dei giovani. «Non bisogna mai essere troppo "choosy" (schizzinosi, ndr) - dice - meglio prendere la prima offerta e poi vedere da dentro e non aspettare il posto ideale». «Bisogna entrare subito nel mercato del lavoro», aggiunge, sottolineando che occorre «attivarsi» e «mettersi in gioco» in un mercato del lavoro che deve essere «più inclusivo e dinamico». Poco dopo, il ministro tiene anche a precisare: «Non ho mai detto che i giovani italiani sono schizzinosi. Oggi i giovani italiani sono disposti a prendere qualunque lavoro. Poteva capitare in passato, quando il mercato del lavoro consentiva cose diverse, ma oggi i giovani italiani non sono nella condizione di essere schizzinosi». E sul commento di Fornero è arrivata la replica dei giovani della Cgil: «I consigli della Fornero sono talmente fuori dalla realtà da farci pensare che per fare il ministro non basta essere professori e ci convince che forse dovremmo essere tutti più schizzinosi, o meglio choosy».

ESODATI- A margine del Convegno di Assolombarda, il ministro Fornero ha parla anche di esodati, affermando che quelli che sono stati «salvaguardati» dal Governo «avranno sicuramente la pensione secondo i vecchi requisiti». Il ministro lo dice per precisare le parole presidente dell'Inps Mastrapasqua che aveva invece garantito che tutti gli esodati avranno una pensione.

7 commenti:

Johnny88 ha detto...

I giovani non devono essere "schizzinosi". Devono prendere esempio dalla di lei figlia la quale ha gia' piazzato le sue accademiche chiappe nella stessa universita' in cui insegna mamma Elsa. Sicuramente per meriti e capacita', ovviamente, mica e' stataraccomandata da mamma'

Eleonora ha detto...

Nooooooo, Johnny, ma che dici. Il curriculum della figliola parlava da se.

Nessie ha detto...

E' proprio una vera megera. I giovani dovrebbero andare a lavorare in qualche call center non appena usciti dall'Università, tanto per non fare gli schizzinosi? Forse parlava di sua figlia.

samuela ha detto...

I giovani ci vanno e poi ci restano al call center come purtroppo la sottoscritta, ormai non più giovane.

Per la cronaca quando ancora ero in università ho fatto richiesta per lavorare come inserviente in un convitto in centro a Milano. Mi hanno un test psicologico di 4 pagine. Ovviamente non l'ho passato.

Eleonora ha detto...

Ecco.

Nessie, i suoi tratti del viso la dicono lunga. Il viso appuntito è sintomo di invidia e cattiveria.

Eleonora ha detto...

I contestatori avrebbero dovuto prenderla a sassate in fronte.

Maria Luisa ha detto...

a me ricorda la perfida strega dell'Est, nel mago di Oz.
Maria Luisa