venerdì 10 gennaio 2014

L'incapacità italiana

 E già che ci siamo, parliamo anche delle forze armate italiane... letteralmente smantellate e relegate ad essere "forze militari umanitarie". Qui.

I fucilieri detenuti. Marò, torna il rischio della pena di morte. L’India: la decisione entro 2-3 giorni. Riunione a Palazzo Chigi. De Mistura: «Inaccettabile se New Delhi applicasse la legge antipirateria»

Il governo indiano non ha ancora deciso se consentire alla Nia di procedere contro i due maro’ in base al «Sua Act», la speciale legge marittima che prevede la pena di morte in caso di omicidio, ma lo farà «in due o tre giorni». Lo ha reso noto il ministro dell’Interno indiano, Sushil Kumar Shinde, all’indomani del vertice di governo a tre (insieme ai colleghi titolari di Esteri, Salman Khurshid e Giustizia, Kapil Sibal) proprio sulla delicata questione.

L’IPOTESI CONDANNA - «C’erano molti problemi da discutere», ha detto il ministro nel corso del suo incontro mensile con la stampa, rispondendo a una precisa domanda sul tema, «e per quanto riguarda la questione dei due militari italiani, una decisione sarà presa in due o tre giorni». Secondo le indiscrezioni che circolano sulla stampa indiana, la Nia potrebbe chiedere la pena di morte ma poi potrebbe rinunciarci, chiamando in causa l’impegno del governo indiano con l’Italia a non applicarla.

DE MISTURA: «PENA DI MORTE INACCETTABILE» - Se l’India decidesse di ricorrere al `Sua Act´, la legge antipirateria che prevede anche la pena di morte, sarebbe «inaccettabile» e «noi nel caso prenderemmo le nostre contromisure». Lo ha detto ai microfoni di Rainews l’inviato del governo per il caso dei maro’, Staffan De Mistura.

RIUNIONE GOVERNO - Il ministro degli Esteri, Emma Bonino, si riunirà alle 16,30 a Palazzo Chigi con il presidente del Consiglio, Enrico Letta, per esaminare gli ultimi sviluppi in India sul caso dei due maro’. Lo ha annunciato lei stessa ai giornalisti a margine della conferenza stampa sull’Ibac alla Farnesina, spiegando che «al termine dell’incontro verrà diffuso un comunicato stampa».

4 commenti:

Nessie ha detto...

Ho scritto anch'io della questione. Un governo di bastardi scellerati nonché incapaci di mobilitarsi per quei due poveracci. Se non si tratta di Ong, cooperanti Onu o altre porcherie arcobalenate, tacciono, si grattano le palle e se ne fregano.

Johnny88 ha detto...

Che schifo. Per far liberare la moglie del mafioso kazako hanno mosso mari e monti invece i marò li lasciano a marcire in India. Sono solo dei vermi.

Maria Luisa ha detto...

si doveva arrivare q questa situazione per prendere dell contromisure?mi fanno schifo

Eleonora ha detto...

Non solo sono incapaci ma sono pazzi da legare. E' uno schifo, un vero schifo.