martedì 19 giugno 2018

Sul censimento

Che poi, si schieri contro il censimento dei rom pure la comunità ebraica italiana paventando le leggi razziali, è da ridere proprio. Primo, perché la comunità ebraica non accetta alcun estraneo, secondo, perché non si è mai schierata a favore degli italiani indigenti. Terzo, perché un censimento per chi calpesta il suolo italiano, è giusto e doveroso. Tuttavia, meglio l’illegalità dei rom e clandestini che il rispetto delle leggi italiane?

Ah, riguardo i censimenti non fascisti, fatti di nascosto e dimenticati da tutti: QUI e anche QUI. La comunità ebraica non ha fatto un fiato come daltronde tutti gli antifascisti, gli intellettuali e i radical chic italici.

3 commenti:

Marco Zorzi ha detto...

Semplice, lineare osservazione. Tuttavia per per gli zombi e i traditori qualsiasi ragionamento è del tutto inutile.

Eleonora ha detto...

Esatto, la mia è una semplice osservazione. Grazie! Per il resto, mi trovi d’accordo.

Nessie ha detto...

...anche qui, con Cofferati che passò pure per "sindaco sceriffo" per aver ripulito le rive del Reno. La comunità ebraica in questo come in altri casi a gestione piddina: non pervenuta.

https://www.bibliotecasalaborsa.it/cronologia/bologna/2005/3516